Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Diversi studi clinici hanno confrontato l’angioplastica coronarica ( PTCA = Percutaneous Transluminal Coronary Angioplasty ) con la terapia trombolitica nel trattamento in acuto dell’infarto miocar ...


Uno studio multicentrico ha preso in esame pazienti sintomatici con stenosi carotidea , con storia di cardiopatia ischemica sintomatica ( n = 1.124 ) o senza cardiopatia ischemica ( n = 1.691 ). ...


Lo studio PRAGUE-2 ( The Primary angioplasty in AMI patients from General community hospitals transported to PCI Units versus Emergency thrombolysis-2 ) ha confermato i precedenti studi che avevano in ...


Lo studio PAMI (Air Primary Angioplasty in Myocardial Infarction) ha valutato la migliore strategia riperfusionale nei pazienti ad alto rischio di infarto miocardico acuto negli ospedali senza labor ...


L’associazione tra assunzione di tè e sopravvivenza nei pazienti post-infartuati è stata studiata su 1.900 pazienti ospedalizzati per infarto miocardico acuto tra il 1989 ed il 1994. Tra questi 266 ...


Uno studio ha mostrato che i pazienti colpiti da infarto miocardico acuto sottoposti ad angioplastica, anche in Centri non dotati di cardiochirurgia, hanno una minore incidenza di mortalità, ictus e r ...


Nell’infarto miocardico acuto (IMA) diversi studi clinici hanno mostrato la superiorità dell’intervento percutaneo rispetto alla trombolisi. Poiché gli interventi coronarici percutanei sono spesso ...


Uno studio retrospettivo ha analizzato 781 pazienti consecutivi ricoverati in UTIC per infarto miocardico (IMA) senza blocco di branca (BBB) tra il 1988 ed il 1998. Nei pazienti con infarto miocard ...


Lo studio CADILLAC ( Controlled Abciximab and Device Investigation to Lower Late Angioplasty Complications ) ha confrontato la PTCA ( percutaneuous translaminal coronary angioplasty ) con lo stent, ...


L’ictus è un’importante complicanza dopo infarto miocardico acuto. Gli studi che hanno finora esaminato questa relazione hanno il più delle volte escluso i pazienti anziani, anche se i ricoveri osp ...


L'obiettivo dello studio MADIT II ( Multicenter Automatic Defibrillator Trial ) è stato quello di verificare se il defibrillatore impiantabile ( ICD ) fosse in grado di ridurre la mortalità nei pazien ...


E’ stata esaminata l’associazione tra la terapia ormonale e l’ictus emorragico ed ischemico tra le donne in postmenopausa con infarto miocardico acuto. Gli ictus emorragici ed ischemici sono comuni ...


L’anemia può causare effetti indesiderati nei pazienti con coronaropatia. Tuttavia i benefici della trasfusione di sangue nei pazienti anziani con infarto miocardico acuto e con vari gradi di anemi ...


Sono stati raccolti i dati dell’attività sessuale di 659 persone, partecipanti allo studio Stockholm Heart Epidemiology Program (SHEEP), tutte colpite da infarto miocardico. Il numero delle donne ...


Alcuni report nei primi anni 90 avevano segnalato l’aumento del rischio di infarto miocardico nei soggetti che utilizzavano i cerotti alla nicotina per la cessazione del fumo di sigaretta. Tuttavia ne ...