52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Risultati ricerca per "Malattia coronarica"

L’infarto miocardico con arterie coronariche non-ostruite ( MINOCA ) si verifica nel 5-10% di tutti i pazienti con infarto del miocardio. Gli studi clinici del trattamento per la prevenzione secondar ...


L'infarto miocardico con arterie coronarie non-ostruite ( MINOCA ) è una condizione recentemente riconosciuta in cui i biomarcatori e la prognosi sono meno studiati rispetto all'infarto ...


L'ischemia miocardica indotta da stress mentale è frequente nei pazienti con malattia coronarica ed è associata a prognosi sfavorevole. Le giovani donne con un precedente infarto miocardico, un grupp ...


Nonostante il crescente riconoscimento di infarto miocardico di tipo 2 ( T2MI ), poco si sa sui suoi fattori di rischio o sulla sua associazione con l’esito. Una coorte monocentrica di pazienti sot ...


Di recente è stato osservato che la fibrillazione atriale è associata a un aumentato rischio di infarto del miocardio. Tuttavia, il meccanismo alla base di questa associazione è attualmente sconosciut ...


I pazienti con infarto del miocardio acuto con sopraslivellamento del segmento ST ( STEMI ) e malattia coronarica multivasale hanno una prognosi peggiore rispetto agli individui con malattia di un sin ...


L’infarto miocardico con arterie coronariche senza ostruzione ( MINOCA ) è un'entità clinica complessa, senza precedente valutazione in letteratura. Una revisione sistematica si è proposta di quanti ...


HORIZONS-AMI è stato uno studio clinico randomizzato, prospettico, a doppio braccio, che ha valutato differenti regimi antitrombotici e tipi di stent in pazienti con infarto miocardico con sopr ...


Nei pazienti con malattia coronarica, il valore prognostico della frequenza cardiaca è stato valutato principalmente nei soggetti con disfunzione ventricolare sinistra. I pazienti con infarto m ...


In una significativa minoranza di pazienti con infarto del miocardio, soprattutto donne, non è presente malattia coronarica ostruttiva dimostrabile per via angiografica.È stato condotto ...


Le donne con infarto miocardico senza sopraslivellamento ST ( NSTEMI ), che si sottopongono all’angiografia coronarica, non presentano lesioni coronariche ostruttive in modo più frequente ...


La deficienza di vitamina D può essere coinvolta nello sviluppo di aterosclerosi e di malattia coronarica negli esseri umani.Ricercatori dell’Haverd School of Public Heath a Boston negli ...


L’effetto dell’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) sulla prognosi nel lungo periodo dei pazienti con ischemia silente dopo infarto miocardico, è sconosciuto. L’obiettivo ...


L'obiettivo dello studio MADIT II ( Multicenter Automatic Defibrillator Trial ) è stato quello di verificare se il defibrillatore impiantabile ( ICD ) fosse in grado di ridurre la mortalità nei pazien ...


L’incidenza di mortalità per malattia coronarica è maggiore nei pazienti anziani. Sebbene l’angina che si presenta prima di un infarto miocardico acuto ha effetti protettivi nei confronti dell’ischemi ...