52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Stent a rilascio di farmaco nell'infarto miocardico acuto


L'uso di stent medicati nei pazienti con infarto miocardico acuto ( IMA ) rimane un’indicazione off-label a causa dei timori riguardo alla performance in questa tipologia di pazienti.

E’ stata condotta una ricerca di studi clinici randomizzati, che hanno confrontato stent medicati con stent di metallo nudo nei pazienti con infarto miocardico acuto.

La meta-analisi è stata compiuta su 14 studi randomizzati con 7.781 pazienti.

Non è stata osservata alcuna differenza nel rischio di morte o di recidiva di infarto miocardico ( hazard ratio, HR=0.91 ) tra i pazienti trattati con stent a rilascio di farmaci, rispetto ai pazienti trattati con stent di metallo nudo.

Il trattamento con stent medicati ha comportato una significativa riduzione del rischio di reintervento ( HR=0.41 ).

Il rischio di mortalità ( HR=0.90 ), infarto miocardico ( HR=0.81 ), e trombosi dello stent ( HR=0.84 ) non è risultato significativamente differente tra i pazienti trattati con stent a eluizione di farmaco, rispetto ai pazienti trattati con stent di metallo nudo.

In conclusione, l'uso di stent medicati nei pazienti con infarto miocardico acuto è sicuro e riduce notevolmente la necessità di reintervento rispetto agli stent di metallo nudo. ( Xagena2010 )

Dibra A et al, Clin Res Cardiol 2010; 99: 345-357


Cardio2010



Indietro