Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Incidenza di trombosi nel ventricolo sinistro nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST trattato con intervento coronarico percutaneo


Precedenti studi con ecocardiografia bidimensionale senza contrasto hanno riportato una incidenza di trombi nel ventricolo sinistro dal 3% al 24% nei pazienti dopo infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST ( STEMI ).
Tuttavia, questi studi non sono stati eseguiti con agenti di contrasto per ecografia ( UCA ), che migliorano l'accuratezza nella diagnosi di trombosi ventricolare sinistra.

Sono stati determinati l'incidenza precoce e i correlati clinici della trombosi del ventricolo sinistro in una grande coorte di pazienti con infarto STEMI.
Lo studio ha incluso pazienti ricoverati presso il Saint Luke's Mid America Heart Institute con infarto STEMI e che avevano subito anche un intervento coronarico percutaneo ( PCI ) precoce e un ecocardiogramma.

In totale il gruppo di studio ha compreso 1.698 pazienti ( 1.205 uomini, età media 61 anni) .

L'ecocardiografia è stata eseguita il giorno 2 in ospedale, e un esame con UCA è stato eseguito in 1.292 pazienti ( 76% ).
La trombosi ventricolare sinistra è stata identificata in 28 pazienti ( 1.6% ).

È stato dimostrato che un intervento discendente anteriore sinistro era indipendentemente associato a trombi del ventricolo sinistro ( odds ratio, OR=7.58; P=0.001 ), un flusso TIMI 3 ( trombolisi nell’infarto miocardico ) è stato marginalmente associato a meno trombi nel ventricolo sinistro ( OR=0.41; P=0.060 ) e una più alta frazione di eiezione del ventricolo sinistro ( FEVS ) era associata a meno trombi nel ventricolo sinistro ( OR=0.96; P minore di 0.001 ).

In conclusione, la trombosi del ventricolo sinistro è stata identificata solo nell'1.6% dei pazienti in una grande coorte di infarto STEMI, una percentuale significativamente inferiore rispetto agli studi precedenti.
Gli agenti di contrasto per ecografia sono stati utilizzati nella maggior parte degli ecocardiogrammi e hanno migliorato la precisione nella rilevazione e nell'esclusione del trombo nel ventricolo sinistro. ( Xagena2018 )

Mao TF et al, Am J Cardiol 2018; 121: 27-31

Cardio2018



Indietro