52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Differenze tra i sessi nella presentazione e percezione dei sintomi nei pazienti giovani con infarto miocardico


Secondo alcuni studi le donne hanno meno probabilità di presentare dolore toracico per infarto miocardico acuto.
Le informazioni sulla presentazione dei sintomi, sulla percezione dei sintomi e sui comportamenti di ricerca delle cure sono limitate per i pazienti giovani con infarto miocardico acuto.

Sono state intervistate 2.009 donne e 976 uomini di età compresa tra 18 e 55 anni ospedalizzati per infarto miocardico acuto in 103 ospedali statunitensi che hanno partecipato allo studio VIRGO ( Variation in Recovery: Role of Gender on Outcomes of Young AMI Patients ).

Interviste strutturate ai pazienti durante il ricovero indice per infarto miocardico acuto sono state utilizzate per raccogliere informazioni sulla presentazione dei sintomi, sulla percezione dei sintomi e sui comportamenti di ricerca delle cure.
Sono state confrontate le caratteristiche del paziente e le informazioni sulla presentazione in base al sesso ed è stata utilizzata l'associazione tra sesso e presentazione dei sintomi.

La maggior parte delle donne ( 87.0% ) e degli uomini ( 89.5% ) si è presentata con dolore al petto ( definito come dolore, pressione, oppressione o fastidio ).
Le donne presentavano con maggiore probabilità 3 o più sintomi associati rispetto agli uomini ( ad esempio, sintomi epigastrici, palpitazioni e dolore o disagio alla mascella, al collo, alle braccia o tra le scapole; 61.9% per le donne rispetto a 54.8% per gli uomini; P minore di 0.001 ).

Nelle analisi aggiustate, le donne con infarto miocardico acuto con sopraslivellamento del tratto ST hanno avuto più probabilità rispetto agli uomini di presentarsi senza dolore al petto ( odds ratio, OR=1.51 ).

Rispetto agli uomini, le donne avevano più probabilità di percepire i sintomi come stress / ansia ( 20.9% vs 11.8%; P minore di 0.001 ) ma meno probabilità di attribuire i sintomi al dolore muscolare ( 15.4% vs 21.2%; P=0.029 ).

Circa il 29.5% delle donne e il 22.1% degli uomini hanno richiesto cure mediche per sintomi simili prima del loro ricovero in ospedale ( P minore di 0.001 ); tuttavia, il 53% delle donne ha riferito che le persone consultate non ritenevano che questi sintomi fossero correlati al cuore rispetto al 37% degli uomini ( P minore di 0.001 ).

In conclusione, la presentazione dei sintomi di infarto miocardico acuto è stata simile per donne e uomini giovani, con il dolore al petto come sintomo predominante per entrambi i sessi.
Le donne hanno presentato un maggior numero di sintomi di dolore non-toracico aggiuntivi, indipendentemente dalla presenza di dolore toracico, e sia le donne che gli operatori sanitari coinvolti hanno avuto meno probabilità di attribuire i sintomi prodromici alla malattia cardiaca rispetto agli uomini. ( Xagena2018 )

 Lichtman JH et al, Circulation 2018; 137: 781-790

Cardio2018



Indietro