Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Meccanismi di infarto miocardico nelle donne senza malattia coronarica ostruttiva definita angiograficamente


In una significativa minoranza di pazienti con infarto del miocardio, soprattutto donne, non è presente malattia coronarica ostruttiva dimostrabile per via angiografica.

È stato condotto uno studio per determinare i meccanismi dell’infarto miocardico in queste condizioni utilizzando tecniche di imaging multiple.

Donne con infarto del miocardio sono state arruolate in modo prospettico, prima dell’angiografia, se possibile.

Le donne con stenosi angiografica maggiore o uguale a 50% o che facevano uso di agenti vasospastici sono state escluse.

Durante la angiografia è stata effettuata una ecografia intravascolare ed entro 1 settimana è stata effettuata una risonanza magnetica cardiaca.

In 50 donne ( età: 57 anni ) è stato osservato un picco di troponina di 1.60 ng/mL e in 11 sopraslivellamento del tratto ST.

Il diametro mediano della stenosi della lesione peggiore è risultato 20% con angiografia; 15 pazienti ( 30% ) hanno mostrato angiogrammi normali.

La rottura della placca è stata osservata in 16 su 42 pazienti ( 38% ) sottoposti a ecografia intravascolare.

Sono stati raccolti risultati anomali nella risonanza magnetica cardiaca del miocardio in 26 dei 44 pazienti ( 59% ) sottoposti a risonanza magnetica cardiaca, captazione tardiva di Gadolinio in 17 pazienti e iperintensità del segnale in T2 indicativo di edema in 9 ulteriori pazienti.

Il pattern più comune di captazione tardiva di Gadolinio è stato quello ischemico ( transmurale / subendocardico ).

Sono stati anche osservati pattern non-ischemici ( parete media miocardica / subepicardico ).

Benché la captazione tardiva di Gadolinio sia risultata poco frequente con rottura della placca, l’iperintensità del segnale in T2 è risultata comune con la distruzione della placca.

In conclusione, la rottura della placca e l’ulcerazione sono comuni nelle donne con infarto del miocardio senza malattia coronarica ostruttiva dimostrabile per via angiografica.
In aggiunta, la captazione tardiva di Gadolinio è comune in questa coorte di donne, con un pattern ischemico di danno molto evidente.
Il vasospasmo e la embolia sono possibili meccanismi della captazione tardiva del Gadolinio di tipo ischemico senza rottura della placca.
La ecografia intravascolare e la risonanza magnetica cardiaca forniscono spunti meccanicistici complementari in pazienti di sesso femminile con infarto del miocardio senza coronaropatia ostruttiva e possono essere utili per identificare potenziali cause e terapie. ( Xagena2011 )

Reynolds HR et al, Circulation 2011; 124: 1414-1425


Cardio2011 Gyne2011 Diagno2011



Indietro